Esport is booming

Che resti tra me e te: non dirmi che non ti sei mai piazzato di fianco ad un cabinato arcade in sala giochi, al bowling o in patronato ed è rimasto piantato a fissare la giocata di qualcun altro. Non c’è nulla di male, anzi. E’ la storia degli yuppie, millennials e della genZ, fatta di giornate davanti alla TV o allo schermo del PC.

Ecco, negli ultimi anni il fenomeno del gaming ha subito un’ulteriore evoluzione diventando un vero e proprio sport, fatto di squadre, campionati, sponsor, fan e tanti tanti soldi che girano.

Il fenomeno degli eSport

Secondo un rapporto di Newzoo, Nel 2020 avremo circa 380 milioni di appassionati incollati allo schermo a guardare eSport, che siano accaniti o saltuari visitatori.

Source: CNN

Non sei convinto che gli eSport siano un fenomeno da tenere sott’occhio? Cosa ne pensi se ti dico che;

  • Nel 2017 il campionato mondiale di League of Legends ha raccolto oltre 80 milioni di viewer, rendendolo uno degli eSport più popolari di sempre.
  • Sempre League of Legends, durante il famoso torneo del 2017, si è portata a casa una cosa come 5,5 milioni di dollari in biglietti.
  • A luglio, ESPN e Disney XD hanno annunciato con accordo pluriennale per trasmettere Overwatch League
  • Alcuni college americani si stanno organizzando: 50 hanno introdotto eSport programs, riconosciuti da un’istituzione governativa denominata NACE (National Association of Collegiate Esports). Ovviamente ci sono di mezzo anche delle borse di studio
  • EA Madden, il franchise di Electronic Arts “vecchio” di 30 anni, ha venduto oltre 130 milioni di copie, per un totale di circa 4 miliardi di dollari
  • Ho già menzionato le badilate di soldi? Ecco sempre Newzoo ha stimato un ritorno di 906 milioni di dollari nel 2018, da spartirsi tra gamer, produttori di videogiochi e brand.

La guerra delle piattaforme di live streaming

Hai ad esempio il marketing sportivo? Ottimo, per gli eSport funziona allo stessa maniera. C’è chi è disposto a pagare per vedere. Detto questo: perché non aprire dei canali tematici dove tutti i gamer possono sedersi e godersi la giocata di qualcun altro?

Mordor Intelligence ha steso un rapporto molto interessante relativamente alle piattaforme di live streaming per gamer: anche in questo caso, un mercato in crescita, stimata al 9% CAGR per i prossimi 5 anni.

Ad oggi i main player sono 5

  • Twitch
  • Youtube Gaming
  • Mixer
  • Facebook Gaming
  • Douyu.tv <<< per il mercato asiatico

I numeri, tanto per cambiare, sono molto interessanti e, sebbene Twitch tenga saldamente la testa della classifica, Facebook Gaming ha registrato numeri record nell’ulitmo anno,con una crescita del 210% di ore guardate in piattaforma.

Il salto di Facebook Gaming deriva dalla brillante mossa di introdurre nuovi broadcaster nella piattaforma, come ad esempio lo streamer Jeremy “DisguiseToast” Wang, Corrina Kopf e Super Smash Bros. streamer ZeRo.

Vogliamo parlare di marketing?

Come per il mondo della Formula E, l’arrivo di un nuovo sport apre nuovi scenari per i Brand:

  • Nuovi streamer in arrivo. Il mercato si sta popolando in questi ultimi anni e, con il rilascio di nuovi giochi, non tarderanno ad arrivare nuove figure sulle quali poter scommettere
  • C’è spazio per altri first mover. I principali investitori ad oggi sono Coca-Cola e Samsung. Esistono ancora molti territori non coperti.
  • Il marketing degli eSport è tutto da scrivere. Pochi eventi, poche riviste poche palestre, tanti fan. Soprattutto in Italia.

Che sia arrivato il momento di rispolvere la vecchia Xbox per scaldare le dita?